Archivi tag: recensione

Pinocchio

Da alcune sere ho iniziato a leggere a Francesco e Margherita, la storia di Pinocchio.

L’edizione che utilizzo è questa:

Edizione la Margherita edizioni (io ho la prima edizione del 2005).

 E’ un libro importante, 22 x 30 cm, 192 pagine tutte di carta patinata, copertina rigida.

Di libri sulle avventure di Pinocchio ce ne sono tantissimi, ma questo libro ci sono illustrazioni eccezionali di Roberto Innocenti (che ho conosciuto proprio grazie a questo libro).
Io l’ho comprato anni fa alla Città del Sole di Verona, proprio perchè colpito dalla bellezza delle tavole illustrate.

Ora dovrebbe costare intorno ai 24 o 25 euro, ma vi assicuro che le illustrazioni li valgono tutti.

Secondo me è anche un ottima idea per un regalo.

VN:F [1.9.22_1171]
Rating: 0.0/5 (0 votes cast)

Una finestra sulla spiaggia – Il papà pittore

Il papà pittore Book Cover Il papà pittore
Pinin Carpi e Desideria Guicciardini
Il battello a vapore Piemme

Come amo le finestre aperte in primavera.
No non sto pensando a quelle sul retro di un ristorante cinese o affacciate sulla tangenziale.
Quelle no.
Ma, per esempio, mentre scrivo entra dalla finestra della mia stanza, il profumo del glicine in fiore e una luce calda di sole.
Ma volete mettere una finestra aperta su una spiaggia, in primavera non in estate, magari dopo una burrasca?
Potete immaginare quale miscuglio di odori arrivi alle vostre narici?
Il profumo intenso di alghe e di legno bagnato, l’odore penetrante del sale marino, quello ammuffito del pesce e dei molluschi.
Questi ed altri profumi trasporta l’aria fresca del mare, che ci bagna la pelle con gli spruzzi salati delle onde.
Dio che meraviglia! Questo è il mare che ho sempre desiderato! Altro che spiaggia, ombrellone, mucillagine e cocco bello!

gli spruzzi delle onde … già … le onde … ecco, io giudico il mare dalle onde … dalla loro sfrontatezza, dal loro colore e dalla densità della loro schiuma … dalla loro musica.

Non riesco ad immaginare niente di più profondamente antico, di più primitivo, della combinazione di mare e vento. Sarà la nostra discendenza dai pesci, indelebilmente incisa nel nostro DNA, non so ma mi attira irresistibilmente.

E poi, attraverso le onde, il mare ci restituisce parte dei suoi tesori … una conchiglia, una stella marina, oggetti partiti da spiagge lontanissime.

“Chi vuole sughero così se non sa nuotare sta a galla! Chi vuole degli occhiale da sole senza vetri per i giorni che no c’è il sole! Chi vuole un stelle marine per quando di notte non si vedono le stelle! Elle Elle! Biribè Biribèe! ” 

Tutto questo è racchiuso magicamente in questo libro:

Il papà pittore di Pinin Carpi, illustrato da Desideria Guicciardini, Il Battello a Vapore Piemme, € 12,00.
Una bellissima storia che sa di vento, schiuma di mare, conchiglie; che parla di libertà, bellezza.
Una grande storia.
Le parole si mescolano alle illustrazioni, si fondono quasi in un tutt’uno.
A me emoziona tanto la pagina in cui le margherite della mamma volano in aria. Gioiosa e commovente.

 

VN:F [1.9.22_1171]
Rating: 0.0/5 (0 votes cast)
in bocca al mostro

In bocca al mostro – Ti mangio!

Ti Mangio! Book Cover Ti Mangio!
John Fardell
Il Castoro

Giusto un anno fa leggevo per la prima volta ad un gruppo di bambini, come volontario Nati per Leggere. E proprio questa settimana riprende il nuovo anno di letture.
Se ricordo bene il primo libro che ho letto è stato questo:

Ti mangio! di John Fardell, Edizioni Il Castoro .

Ovvero come finire in bocca al mostro ma sopratutto come venirne fuori.
Si rivelerà poi il più richiesto dell’anno (il più letto, il più riletto, il più prestato). Ho visto che risulta anche l’albo illustrato più venduto del 2013 secondo Liberweb:
cliccate qui: http://www.liberweb.it/CMpro-v-p-1033.html

E’ la storia di Leo, che, durante una passeggiata nel bosco, finisce in bocca al mostro, che viene inghiottito da un mostro, che viene inghiottito da un mostro …
E di Sara che cerca di salvare il fratello e si lancia all’inseguimento dei mostri reinventando continuamente la sua bicicletta e trasformandola in ingegnosi apparecchi che avrebbero potuto trovare posto nei codici di Leonardo da Vinci.

Avvincente, davvero avvincente.

La storia dell’essere inghiottiti non è certo una nuova trovata
Pinocchio, Giona Il Barone di Münchausen e il soldatino di piombo furono inghiottiti da un pesce.
Eracle entrò nella bocca di un mostro marino e salvò Esione, sorella maggiore di Priamo che diventerà poi re di Troia (il più antico racconto di inghiottimento che si conosca)
Insomma una storia vecchia come il mondo.
Ma vi assicuro che il modo in cui Fardell l’ha reinventata e disegnata è proprio nuovo e inedito. Prendetelo in prestito o acquistatelo ne vale la pena.

Se volete saperne di più ecco una bella recensione:

http://libriemarmellata.wordpress.com/2012/10/07/ti-mangio-di-john-fardell-il-castoro/

oppure potete guardare la presentazione ufficiale su youtube:

VN:F [1.9.22_1171]
Rating: 0.0/5 (0 votes cast)