Archivi categoria: Natale

La buonanotte di un papà speciale

Storie proprio così Book Cover Storie proprio così
Rudyard Kipling e Sébastien Pelon
Lapis

Il più lontano ricordo che ho è di una sera a letto, mio padre seduto vicino a me che legge una storia della buonanotte: Come fu che al leopardo vennero le macchie. Si intitola così.
E’ un ricordo sfocato, velato. Un’immagine ricostruita con pezzi presi chissà dove negli angoli della memoria e combinati insieme. Ingegneria del riciclo.
Ma é un ricordo che custodisco gelosamente.
Un bimbo che ascolta attento. Un Padre che legge una storia.
Questo, guarda un po’ la coincidenza, è uno dei racconti che Rudyard Kipling raccontava, senza mai cambiare un dettaglio o una parola, così si dice, ogni sera a sua figlia Josephine e che giorno dopo giorno ha fissato nella sua testa prima e sulla carta poi, raccogliendoli in un libro:

Storie proprio così

classico della letteratura per l’infanzia, prima narrato e poi scritto, che io ho da poco acquistato nella nuova edizione Lapis.
Ho riletto subito la storia del leopardo.

Mi ha emozionato.

E l’ho trovata alquanto attuale!
Racconta della necessità di cambiare, muoversi, spostarsi, per sopravvivere. Della scelta di affrontare un nuovo mondo, del tutto diverso e completamente sconosciuto, e di imparare ad adattarsi. Per continuare a vivere.
Tra le dodici storie della buonanotte, che hanno tutte un animale per protagonista e ci parlano dell’inizio dei tempi, ce ne sono due in cui la protagonista è una bambina (e il suo papà).
Si intitolano “Come fu scritta la prima lettera” e “come fu inventato l’alfabeto”.
Raccontano di come le lettere dell’alfabeto, e quindi la scrittura, siano nate da un gioco tra una bambina e il suo papà, sulla riva di un fiume, e il loro segno ispirato da cose quotidiane come un pesce, i panni stesi, un uovo, una bocca …
La piccola Taffimai Metallumai incide i suoni su una corteccia, così come rima di lei altri uomini avevano inciso la natura. Un gesto artistico prima che tecnologico.
E’ una storia meno banale di ciò che sembra.
C’è tutto ciò che serve per la crescita di un bambino.
La relazione affettiva con un adulto, il contatto con la natura, il gioco, il tempo…

Un dettaglio.
Non so se è un caso ma ho notato che la prima storia (Perchè la balena ha la gola così) inizia con “C’era una volta …” e l’ultima storia (La farfalla che batteva il piede) termina con ” … dove vissero per sempre felici e contenti”.
Il che, insieme alla continua narrazione ripetuta, mi fa pensare a questo libro come ad una versione in miniatura de “Le mille e una notte” (sarà anche per le sue ambientazioni esotiche).
Un bel regalo per voi e i vostri figli.

VN:F [1.9.22_1171]
Rating: 0.0/5 (0 votes cast)

Storie di Natale di Bruno Ferrero

25 storie di Natale più una Book Cover 25 storie di Natale più una
Bruno Ferrero
Elledici

Il diavoletto dispettoso, la rivolta degli alberi di Natale, il Messia, il vescovo Nicola, l’asino che partì per Betlemme, il figlio intelligente, l’oca del presepe, l’angelo Gabriele: sono solo alcuni dei personaggi e delle vicende che ci permettono di seguire la stella cometa in attesa del nostro Gesù. Ma perché gli alberi di Natale decidono di fare una rivolta? C’è una leggenda legata alla stella di Natale? E se Gesù nascesse oggi?

L’attesa del Natale scandita da 25+1 storie semplici e preziose di Bruno Ferrero come tante “perle di Natale” da appendere all’albero della nostra anima.
Sono storie di Natale che parlano di diavoletti dispettosi, antenne curiose e tenere, alberi di Natale rivoluzionari, Oche spennate, angeli creativi, balene da presepio e tanti altri personaggi.
Storie di Natale capaci di comunicare direttamente ai bambini il senso vero del Natale e i valori che esso trasmette. Senza tante spiegazioni e mediazioni.

Storie di natale capaci di parlare anche al cuore degli adulti che riescono a tenerle nel cuore per un po’,
in silenzio.

Riporto ciò che scrive Bruno Ferrero nell’ introduzione del libro:

“I racconti di Natale sono cominciati quando i cristiani hanno iniziato a raccontare la nascita di Gesù Bambino.Anche le storie di questo libro, una per ogni giorno a partire dal primo giorno di dicembre, servono per donare ai bambini, e a coloro che lo sono rimasti dentro, la gioia e  il mistero che circondano l’evento più grande e importante della Storia: la nascita di Gesù.Non hanno bisogno di spiegazioni: molte di esse meritano soltanto il silenzio e il rispetto del segreto che ciascuno degli ascoltatori sente dentro di sé. Tutte hanno bisogno di un narratore che dia loro un cuore e un senso che le faccia diventare espressione d’amore per Gesù e per tutti coloro che vogliono ancora meravigliarsi con la sua incantevole e straordinaria storia.”

Di tutte la mia preferita è di sicuro questa:

La scatola

Storie di Natale

La bambina stava preparando un suo pacco di Natale. Avvolgeva una scatola con costosissima carta dorata.
Impiegava una quantità sproporzionata di carta e fiocchi e nastro colorato.
“Cosa fai?” la rimproverò aspramente il padre. “Stai sprecando tutta la carta! Hai idea di quanto costa?”.La bambina con gli occhi pieni di lacrime si rifugiò in un angolo stringendo al cuore la sua scatola.La sera della vigilia di Natale, con i suoi passettini da uccellino, si avvicinò al papà ancora seduto a tavola e gli porse la scatola avvolta con la preziosa carta da regalo.“E per te, papi” mormorò.Il padre si intenerì. Forse era stato troppo duro. Dopo tutto quel dono era per lui. Sciolse lentamente il nastro, sgrovigliò con pazienza la carta dorata e aprì pian piano la scatola. Era vuota!La sorpresa sgradita riacutizzò la sua irritazione ed esplose:“E tu hai sprecato tutta questa carta e tutto questo nastro per avvolgere una scatola vuota!?”.Mentre le lacrime tornavano a far capolino nei suoi grandi occhi, la bambina disse: “Ma dentro ci ho messo un milione di bacini!”.Per questo, oggi c’è un uomo che in ufficio tiene sulla scrivania una scatola da scarpe.“Ma è vuota” dicono tutti. “No. è piena dell’amore della mia bambina” risponde lui.

A questo link si possono trovare tanti altri racconti di Bruno Ferrero:

Racconti Bruno Ferrero

VN:F [1.9.22_1171]
Rating: 1.0/5 (1 vote cast)

Libri per bambini – Libri sul Natale

Per il mese di dicembre ho consigliato, sul giornalino della scuola materna di Margherita, alcuni libri sul tema del Natale.
Ho scelto libri che ho acquistato in questi anni per i miei bimbi e che sono piaciuti e mi hanno permesso di parlare con loro, a differenti età, del tema del Natale.
Condivido volentieri queste idee anche qui.

0 – 2 Anni:

E’ nato Gesù di Julie Clayden e Angela Jolliffe ed. Paoline 
Un libro cartonato che racconta la nascita di Gesù, attraverso immagini molto colorate e dai tratti morbidi che catturano la curiosità dei piccolissimi. Le immagini hanno degli inserti con brillantini ruvidi al tatto e dei punti luminosi a specchio, lisci al tatto, che aumentano sempre più in grandezza e luminosità pagina dopo pagina, con l’avanzare della storia, fino ad arrivare alla luce massima del Bambino Gesù.

da 3 Anni:

Gesù bambino e la stalla rumorosa di Christina Goodings ed. Il Pozzo di Giacobbe 
Attraverso una serie di animali (ed i loro versi) viene raccontata la storia della nascita di Gesù.  Libro molto simpatico e coinvolgente.



da 4 Anni:

E’ natale di Nicoletta Codignola e Sophie Fatus ed. Fatatrac 
La storia è raccontata e illustrata da venti schede che si compongono in un puzzle seguendo l’ordine del racconto fino a formare un’unica grande figura. Le illustrazioni, ricche di colori e particolari, sono integrate, sul retro di ogni scheda, da un testo semplice e chiaro in caratteri maiuscoli, riportato anche all’interno dell’astuccio.

da 5 Anni:

Storie intorno al presepe di Maria Vago ed. San Paolo edizioni
Durante un pomeriggio freddo i ragazzi e il nonno preparano tutti insieme il presepe. Un rituale famigliare che si svolge allegramente e man mano che i personaggi del presepe escono dall’imballo che li ha custoditi per tutto l’anno, il nonno racconta una nuova, incredibile e magica storia.


da 6 Anni:


25 storie di Natale + una di Bruno Ferrero ed. Elledici
Le storie di questo libro illustrato, una per ogni giorno a partire dal primo dicembre, servono per donare ai bambini, e a coloro che lo sono rimasti dentro, la gioia e il mistero che circondano l’evento più grande e importante della storia. Non hanno bisogno di spiegazioni: molte di esse meritano soltanto il silenzio e il rispetto del segreto che ciascuno degli ascoltatori sente dentro di sé.

VN:F [1.9.22_1171]
Rating: 0.0/5 (0 votes cast)
Olivia paperina

Libri per bambini – Pimpa e Olivia paperina

Pimpa e Olivia Paperina Book Cover Pimpa e Olivia Paperina
Altan
Franco Panini Ragazzi

Ci sono scelte che ti sorprendono, libri che ti spiazzano. Ci diciamo spesso che il modo di ragionare dei bambini è, per fortuna, diverso da quello di noi adulti. Di conseguenza è diverso anche il modo in cui scegliamo i libri. Tutti  abbiamo fatto l’esperienza di cose tipo:
” Voglio questo”
“No prendiamo quest’altro”
“Ma a me piace questo”
“E’ per bambini più piccoli, questo è meglio”
“Io voglio questo”, abbracciando il libro
“Poi dopo non lo guardi più, prendiamo quest’altro e basta”

Il libro di cui vi parlo oggi fa parte di questa categoria.
Siamo stati alla biblioteca del paese (siamo in vacanza a Pieve Tesino in trentino) per scegliere dei libri.
Dopo un po’ di tempo passato a sfogliare, leggere, guardare Margherita sceglie:

“Pimpa e Olivia paperina”, edizioni Franco Panini.

A volte noi genitori lettori pensiamo di saperla lunga sui libri e le letture per bambini, ma ci dimentichiamo che è per loro che ci informiamo, scegliamo e leggiamo libri. Dopo il tira e molla di cui vi ho accennato prima, lo prendo in prestito con l’aria delusa di chi è certo di non essere riuscito a evitare una delusione certa.
La sera, prima di andare a dormire, inizio la lettura del libro … beh ci siamo divertiti da matti per una mezz’ora a leggere di questa piccola Olivia paperina che deve imparare tutto e che vuole mangiare tutto!
L’ho già riletto tre volte e ogni volta ridiamo e ci divertiamo come se fosse la prima.

Lasciare loro la libertà di scegliere un libro è un modo per trasmettergli il piacere della lettura e per seguirli con curiosità nelle loro scelte …a volte azzeccatissime!

VN:F [1.9.22_1171]
Rating: 0.0/5 (0 votes cast)